News

Carosi Funeral Service

Cremato per sbaglio: la famiglia chiede 100 mila euro di risarcimento

Il 21 Aprile del 2016, al cimitero di Prima Porta (Roma), fu commesso un gravissimo scambio di bare. L'Ama cremò il corpo di una persona che doveva essere destinata ad un sepoltura tradizionale. Inutile descrivere il dolore e il rammarico dei famigliari del defunto una volta appresa la tragica notizia.

In questi giorni, a distanza di quasi due anni, è stato reso noto che la famiglia ha chiesto un risarcimento di 100 mila euro. 
La prima udienza del processo davanti al Tribunale civile si svolgerà a ottobre.